nov 17, 2022

Prevenire i no-show: non perdere fatturato per le visite cancellate!

previeni-no-show

Uno dei problemi più comuni nel settore sanitario, e in particolare nei centri medici, sono i pazienti che non si presentano agli appuntamenti. In casi estremi, si possono perdere fino al 40% delle visite in una singola giornata di lavoro. La conseguenza diretta, naturalmente, è una forte perdita di fatturato: ogni visita cancellata è una perdita di entrate.

Lo scopo di questo articolo è riuscire a prevenire le visite cancellate. Come? Analizzando tutti i possibili scenari di fronte ai quali si può trovare il tuo staff.

 

I no-show nel tuo centro medico: cause e rimedi

I cosiddetti "no-show" (ovvero i pazienti che non si presentano a visita) sono un problema che interessa l'intero settore sanitario. Quando arriva l'ora dell'appuntamento, il paziente non si presenta: situazioni del genere sono purtroppo all'ordine del giorno sia nei centri medici e sia negli ospedali.

Perché i pazienti non si presentano a visita

L'84% dei centri medici deve affrontare il problema dei pazienti che non si presentano agli appuntamenti.

 

Tra le cause principali dei no-show c'è molto spesso la mancanza di consapevolezza da parte dei pazienti. Sia che si tratti di semplici dimenticanze e sia che si tratti di pazienti che danno volontariamente buca, i no-show possono portare a situazioni di disagio non solo legate al fatturato perso, ma anche contribuendo a:

  • tempi di attesa più lunghi;
  • minore flessibilità nella scelta di data e ora per le visite;
  • aumento dei prezzi delle cure, perché le perdite vanno in qualche modo ammortizzate.

Cosa fare per rimediare ai no-show e le perdite di fatturato?

Penali e pagamenti anticipati

Alcune strutture hanno già introdotto i pagamenti anticipati per le visite. In alcuni casi, l'importo della visita viene mantenuto anche se il paziente non si presenta alla data concordata. Alcune strutture adottano anche metodi più drastici, ovvero stilano una vera e propria "lista nera" di pazienti che tendono a non presentarsi a visita (generalmente, tali pazienti vengono segnalati dopo tre visite mancate di fila). Ma questi  metodi, com'è facile immaginare, tendono a intimidire i pazienti. E questo può portarli a scegliere la concorrenza.

Visita promemoria

Senza adottare metodi troppo drastici che possono intimidire i pazienti, puoi invece ricordare loro gli appuntamenti grazie ai promemoria. Ancora meglio se si tratta di promemoria automatizzati: è un metodo economico e allo stesso tempo efficace per combattere i pazienti "fantasma".

Uno studio condotto da MioDottore mostra i promemoria delle visite tramite SMS riducono la percentuale di no-show fino al 65%!

Inoltre, è stato studiato che i messaggi di testo sono più efficaci: vengono ricevuti e letti dal 98% degli utenti, mentre le e-mail solo dal 20%.

Offri ai pazienti le prenotazioni online H24, con MioDottore

I pazienti potranno prenotare un appuntamento in qualsiasi momento dal sito web del tuo centro, dai tuoi social network oppure da Google e WhatsApp.

Scopri di più

 

reminder-IT

Promemoria automatizzati per la gestione degli appuntamenti

Per risparmiare tempo e denaro e, soprattutto, aiutare lo staff della tua reception è possibile utilizzare software appositi per la gestione degli appuntamenti nel tuo centro medico.


Questa soluzione può essere facilmente implementata utilizzando CRM (Customer Relationship Management softwares) che si occupano di inviare comunicazioni massive come email e SMS, come MioDottore. La convenienza - sia per il medico che per il paziente - sta soprattutto nei costi contenuti e nella possibilità di tenere facilmente traccia di ogni appuntamento preso con le agende online. E grazie a questi strumenti è possibile ridurre fino al 65% dei no-show.

Cosa deve essere incluso nei promemoria delle visite?

  • Data e ora della visita
  • Nome e indirizzo della struttura
  • Informazioni sugli eventuali termini di cancellazione della visita

La mossa ideale sarebbe quella di inviare due messaggi di promemoria, soprattutto se la visita è stata fissata con più di una settimana di anticipo. Il primo promemoria dovrebbe essere inviato al paziente 3-5 giorni prima della visita, il secondo invece il giorno prima.

In conclusione

Ci auguriamo che questo articolo ti abbia aiutato a capire quali miglioramenti puoi apportare al tuo centro, per diminuire i no-show e migliorare l'esperienza del paziente!